In una fredda giornata di fine inverno raggiungo CIMA ALTA per fotografare il tramonto sul GRAN SASSO

Hai già visto il video su YOUTUBE? Lo trovi qui:

Pietracamela (TE) : fine inverno – 10 Marzo 2021

L’inverno del 2021 trascorre veloce tra un lockdown e una nevicata effimera, la pandemia rende ogni spostamento difficile e molto prezioso.

Da qualche giorno seguo lo sviluppo meteorologico e capisco che mercoledì 10 Marzo potrebbe essere una delle ultime occasioni per fotografare il Gran Sasso al tramonto in un ambiente invernale con una condizione ottimale della nuvolaglia.

Preparo la mia attrezzatura fotografica cercando di limitare il peso al minimo, decido quindi di fotografare il tramonto utilizzando il mio piccolo obiettivo grandangolare Fujinon 14mm F2.8 montato sulla Fuji XT3 e portare come seconda macchina la piccola XT30 con lo zoom 18-55mm per non perdere nessuna occasione fotografica.

Non parto molto presto per evitare di arrivare in zona troppe ore prima del tramonto, quindi mi metto in viaggio per raggiungere Prati di Tivo, nel territorio di Pietracamela, alle pendici del Corno Piccolo. Già attraversando il borgo mi rendo conto che la giornata è perfetta: il giorno prima era caduta una bella neve polverosa dai 1000 metri di quota e salendo alla stazione invernale, dietro ogni tornante il paesaggio si faceva più algido. Giunto al piazzale Amorocchi, a Prati di Tivo, subito aggancio gli sci di fondo e mi dirigo verso la Val Maone, ma presto mi rendo conto che procedere è difficile perché la neve fresca si incolla sulle solette degli sci, formando uno zoccolo.

Non perdo tempo, torno indietro, lego le ciaspole allo zaino e imbocco la strada che in poco più di 3 chilometri conduce al Valico del Laghetto. Inizio a caminare in un ambiente ovattato, invernale, coperto di neve, la temperatura è piuttosto fresca e scende costantemente. Superata qualche curva allaccio le ciaspole per procedere nella neve fresca, alta e polverosa; capisco che nessuno aveva raggiunto la mia meta e sicuramente avrei trovato la neve immacolata per la mia fotografia.

La fatica inizia a farsi sentire, ma spinto dall’impazienza di realizzare gli scatti che avevo sognato da tanto tempo, supero il Rifugio di Cima Alta e raggiungo il Crocifisso. Qui inizia la mia avventura fotografica con qualche scatto veloce alle nuvole che avvolgono la montagna, quindi decido si salire sulla cresta di Cima Alta per una sessione fotografica al tramonto e poi al crepuscolo.

Un gioco di luci dure e chiaroscuri lascia il posto ai raggi radenti del sole che sfiorano le chiome dei faggi del Bosco Secolare dell’Aschiero, infine il crepuscolo colora il paesaggio di toni tenui, dipingendo i fotogrammi con colori pastello. Sono ormai le 18.30 e il sole lascia il posto alla notte; stanco e ancora incredulo dello spettacolo cui ho avuto il privilegio di assistere attraverso il bosco in un buio rischiarato dal reverbero della neve che iniziava a gelare.

La galleria fotografia completa : TRAMONTO a CIMA ALTA

Se ti interessa la stampa di una o più fotografie non esitare a contattarmi (anche via email a info@luiginespecafotografia.it ) per chiedere maggiori informazioni e ti consiglierò il formato migliore per l’immagine che preferisci.

GRAN SASSO: tramonto invernale a Cima Alta

Potrebbe anche interessarti

Un commento su “GRAN SASSO: tramonto invernale a Cima Alta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *